Piccoli Momenti di Meditazione

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Mi siedo lungo il torrente, l’acqua corre veloce, schivando i grossi massi, una parte dell’acqua prende a destra l’altra invece scivola a sinistra e un’altra aconra si infrange direttamente sulla pietra con fragore e zampilli, poi riprende a scendere e superato l’ostacolo si riunisce per andare ad incontrare altri massi e tornare a dividersi e riunirsi…e così ancora. Mi perdo nell’osservare quest’ acqua che corre tortuosa, il rumore è forte ma ha sempre lo stesso ritmo, la stessa intensità e si ripete nel tempo, anche il movimento si ripete continuamente ogni momento che passa gli stessi zampilli, la stessa schiuma, le stesse forme d’acqua. Non penso a niente la mente è libera e vuota, ma nello stesso tempo è piena di quello che sta di fronte a me, del movimento dell’acqua nel torrente e del suo fragore, sento questi grossi massi che stanno attorno a me come presenze, cosi come sento la valle i versanti delle montagne che la formano. Mi vedo in quel luogo, io, seduto su queste pietre, a fianco del torrente che corre, in quella valle, con i fianchi delle montagne coperte di alberi…mi vedo li e respiro, il mio respiro è tranquillo, vedo l’aria che entra dal naso e scende lungo la trachea, giù fino nella pancia e poi con un movimento rotondo gira verso dietro e torna a salire per uscire. Il mio corpo è rilassato, respiro e sparisce tutto, poi torno a sentire il rumore dell’acqua, la vedo che corre, il disegno della schiuma, sento le rocce e le montagne…e così ancora.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Sul profilo Facebook di “Ginnastica Naturale” ho inserito ultimamente alcuni brevi video dal titolo “Piccoli Momenti di Meditazione”. L’ho fatto per invitare chi li guarda a fermarsi ogni tanto, sono convinto che anche per un tempo limitato (i video durano solo 7 secondi), fermarsi abbia un gran beneficio e se lo facciamo di fronte ad una meraviglia della natura, con colori, forme e suoni, questo assume ancora più significato e potenza.

Ho cominciato a fare meditazione credo senza sapere bene come si facesse, diversi anni fa, forse una ventina circa, mi alzavo al mattino e mi creavo una sorta di luogo tutto mio, mettevo una coperta per terra, un mattone su cui sedersi, accendevo una candela, a volte qualche incenso, con il tempo poi si sono aggiunte delle statuette, qualche fotografia … una sorta di altarino. Creavo un luogo tutto mio, nello stesso posto ogni giorno, alla stessa ora, in direzione del sole che sorge e, a seconda della stagione, mi ritrovavo a meditare al buio completo, o all’alba, o con il sole alto in cielo…e non vedevo l’ora che arrivasse quel momento. Questo è continuato per diversi anni, poi a questa pratica si sono aggiunte altre pratiche di movimento, più avanti è arrivato anche il momento di un corso approfondito, per apprendere una tecnica di meditazione completa e in questi ultimi anni, la scoperta della meditazione in piedi e della meditazione camminando, in movimento.

La scienza e la ricerca scientifica da un po’ di tempo rivolge attenzione alle pratiche meditative e corporee, soprattutto per la loro influenza sugli stati di salute. Anche in rete possiamo trovare diversi studi scientifici che riportano come, la meditazione e altre pratiche definite anti stress (Yoga Tajchijan, Qi Gong, ecc), portino significativi cambiamenti in persone che soffrono di ipertensione, di problematiche cardiovascolari, di stati d’ansia, di attacchi di panico, di dolore, ecc.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Io credo che sia importante meditare, e al di la della nostra salute, penso che abbiamo bisogno di trovare del tempo ogni giorno, diverse volte al giorno, per trovare la calma, per sviluppare la calma dentro di noi e vivere così dei momenti di quiete e di pace. La nostra vita spesso è turbolenza, la nostra mente è in continua agitazione per le cose che dobbiamo fare e per le cose che abbiamo già fatto e noi abbiamo bisogno ogni tanto di fermare tutto questo. Costruire la calma e il silenzio dentro di noi è la condizione fondamentale per iniziare un processo di comprensione profonda di noi stessi, che sta alla base della possibilità di sviluppare le nostre potenzialità e di coltivare l’amore e la compassione. Credo che meditare sia una possibilità concreta di divenire uomini in pienezza e quindi vi invito con semplicità, con i vostri tempi, nei luoghi che decidete voi, quando vi viene in mente, vi invito a meditare, a prendervi dei momenti di calma, di silenzio. Non sto parlando di momenti per pensare o riflettere, semplicemente dovete fermarvi, cercando il silenzio dentro di voi, soffermandovi sull’acqua che scorre, sulla fiamma della candela, sulla chioma di un albero, sul vostro respiro e vivere semplicemente il presente. Fatelo per un po’ di tempo e osservate dentro di voi il cambiamento.

video