Itinerari di Crescita

P1020840

“Itinerari di crescita” nasce nel 2013, tra le mura dell’Ufficio di Esecuzione Penale Esterna di Verona (UEPE) con l’intento di offrire alle persone in carico all’ufficio, una occasione rieducativa diversa dalle altre previste dal percorso di riabilitazione.

Il progetto propone l’attività sportiva[1] come elemento principale dell’azione educativa, in modo particolare utilizzando quelle attività sportive che si realizzano in ambiente naturale. La convinzione è che questo possa offrire un’opportunità importante di sperimentazione di sé nella consapevolezza dei propri limiti e delle proprie potenzialità, questo nella convinzione che tutto ciò sia la base sulla quale una persona costruisce il proprio futuro.

Le azioni di “Itinerari di crescita” sono esperienze di immersione nel contesto naturale attraverso la pratiche del trekking, dell’alpinismo e dell’avventura.

Le esperienze sono programmate in funzione di specifiche tappe di un processo di conoscenza di sé. In modo particolare ogni tappa ha alla base un tema al quale si fa riferimento e che è il filo conduttore dell’esperienza stessa.

Il progetto si realizza attraverso la collaborazione di diversi enti sia nella progettazione che nella realizzazione concreta delle azioni progettate e sono:

  • l’UEPE di Verona del Ministero di Giustizia e la Cooperativa “Il Samaritano” – Caritas Diocesana Veronese, enti che hanno in carico i partecipanti del progetto.
  • Motus Mundi a.s.d. che  coordina le diverse azioni del progetto
  • Fondazione San Zeno che  dal 2013 sostiene interamente il progetto.
  • Guide alpine Xmountain  per la parte tecnica
[1] il termine sportivo in questo progetto va inteso in senso allargato, 
quindi non come disciplina sportiva ma come un’attività che coinvolge fortemente 
l’aspetto motorio della persona, la sfida verso sé stesso, il confronto con gli 
altri, in un contesto che riserva anche aspetti ludici e di divertimento.
Annunci