L’arcobaleno

arcobalenoStamattina sono uscito a camminare in collina sotto un’acqua torrenziale. Il lunedi mattina, da poco tempo, ho la fortuna di essere a casa e di non avere nessun impegno fisso potendo così dedicarmi alle “mie cose”. Nonostante questa prospettiva, di primo mattino, al risveglio mi sono balzati in testa una serie di pensieri relativi ai doveri che mi spettano e quindi, come spesso accade, si è fatta avanti in me la consapevolezza di vivere una vita densa di impegni, che a volte stanca e che va compensata con la ricerca di momenti di benessere.

Esco di casa, con l’aspettativa anche di riequilibrare il mio stato d’animo, che di primo mattino si era fatto un po’ cupo, però la pioggia torrenziale non era un certo di buon auspicio.

Poco dopo, in lontananza, un squarcio nel cielo si apre al sole, una luce strana appare nel cielo alle mie spalle carico di nubi. La strada gira, sale, alzo lo sguardo nella valle, dietro le case e vedo un arcobaleno.

Una meraviglia, che potentemente e immediatamente mi ha trasformato, ha spostato con forza la mia attenzione da pensieri fatti di impegni e cose da fare, a pensieri di bellezza, di magia. Nessuna razionalità aveva più spazio di fronte a quella meraviglia.

L’arcobaleno è descritto come “un fenomeno ottico e meteorologico, causato dalla rifrazione dei raggi del sole nelle gocce d’acqua sospese nell’atmosfera”. Devo dire che questa spiegazione non dà la dignità che si merita, questa meraviglia della natura. Trovo che il potere dell’arcobaleno sia molto di più, stamattina perlomeno per me è stato così. Un arco perfetto, grandissimo, imprendibile, inavvicinabile, con una forza attrattiva irresistibile, una bellezza unica. La natura, con le sue meraviglie è sempre sorprendente.

Credo che la natura abbia un potere terapeutico molto forte e non mi sto riferendo all’erboristeria e a tutti gli elementi che ricaviamo dalla natura per la nostra cura e per le medicine, ecc. Ma mi riferisco al potere che può avere sull’animo umano.

Forse dovremmo cercare di capire di più l’effetto che può avere su di noi il colore e il profumo dei fiori,  il rumore dell’acqua di un torrente, il vento sulla pelle, il canto degli uccelli, la vicinanza di un grande albero, la vista di un vulcano.

4 pensieri riguardo “L’arcobaleno

  1. Grazie Nicola, respiro nel tuo intervento un pò dell’atmosfera che hai colto. Ti rubo un pò di aria, un pò di arcobaleno che al prossimo incontro mi sembrerà ancora più bello perchè non è solo mio. E’ mio, tuo e di tutti quelli che come te sanno aprire il cuore alla pioggia torrenziale e vederla una porta verso se stessi.
    Grazie Nicola
    Giorgio Paoli

  2. Credo che camminare in mezzo alla natura con la mente aperta e lo spirito tranquillo ci permetta di rientrare in contatto con una parte molto inconscia e molto “primitiva” di noi, quella parte che sa dirci d’istinto cosa è giusto e cosa è sbagliato, che sa dirci chi siamo e nello stesso tempo sa metterci in contatto diretto con tutto il resto del mondo.
    Per quanto mi riguarda, non c’è modo migliore per recuperare la mia serenità.

    Davvero un bel post.

Se ti va, lascia un commento.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...